Dr. Luigi Coricciati

Medicina rigenerativa: la nuova visione della medicina estetica

Intervista al Dr. Luigi Coricciati, medico estetico e dermatologo

Un viso che trasuda benessere, luminoso e dall’aspetto sano: nel mio lavoro è l’aspetto che più mi sta a cuore. Per noi medici, e soprattutto per me che sono dermatologo, è importante proporre trattamenti estetici che siano anche trattamenti per la cura della pelle.”

“Il tempo passa inesorabilmente per tutti, ma con questi trattamenti passa meglio.”

 

Si parla di una nuova visione della medicina estetica, che è in grado sia di migliorare l’aspetto estetico della pelle, la richiesta principale e primaria dei pazienti, ma che, contestualmente, è in grado di rallentare il processo di invecchiamento cutaneo. Il paziente in questo modo non solo si vede bene ma capisce che sta facendo qualcosa dall’interno.

I trattamenti di medicina estetica rigenerativa, oltre ad essere trattamenti che migliorano la qualità e la struttura della pelle, regalano benefici e miglioramenti estetici che permangono nel tempo. I risultati ottenuti durano in media un paio d’anni, aspetto questo molto importante per il paziente che può ottimizzare il suo tempo con la garanzia di risultati duraturi.

 

Ultherapy®: ultrasuoni microfocalizzati con guida ecografica

Gli ultrasuoni microfocalizzati sono in grado di stimolare la produzione di nuovo e più robusto collagene che, come sappiamo, costituisce la trama della pelle, ciò che sostiene il nostro viso.

Il trattamento con Ultherapy® è in grado di dare un effetto lifting, molto gradito dai pazienti, scaturito da una rigenerazione cutanea a 360º, grazie alla quale la pelle, nel tempo, risulterà molto più luminosa e il colorito vivo e sano.

Per il trattamento con Ultherapy® sono importanti sia l’esecuzione corretta da parte dell’operatore, sia la documentazione fotografica. I risultati che si ottengono grazie agli ultrasuoni microfocalizzati arrivano gradualmente nel tempo e senza una documentazione fotografica è difficile notare i cambiamenti che avvengono giorno dopo giorno.

Ci sono poi dei protocolli ben precisi per ottenere i migliori risultati; Ultherapy® è un trattamento che va fatto con calma, cura e pazienza, nell’interesse di un buon risultato. Poiché la pelle si rigenera ogni 30 gg, i risultati si cominciano a vedere dopo i primi 2/3 mesi, continuano a migliorare fino ai 6 mesi e permangono per circa 2 anni.

 

Come funziona il trattamento?

Il trattamento Ultherapy® utilizza la tecnologia DeepSee, la visualizzazione ecografica brevettata e approvata FDA, studiata per garantire al paziente la massima sicurezza ed il massimo comfort.

Il principio sul quale si base è la capacità fisica degli ultrasuoni di riscaldare i tessuti in profondità e di riattivare la neocollagenesi a livello del derma. La neocollagenesi è quel processo attraverso il quale le vecchie fibre collagene vengono degradate per essere sostitute da fibre di nuova formazione, rigenerando profondamente il tessuto cutaneo con un effetto lifting naturale.

Il collagene è una proteina fibrosa molto importante per il mantenimento della compattezza e dell’elasticità della pelle. Insieme all’elastina, il collagene forma nel derma una rete solida e stabile, una sorta di “impalcatura” a sostegno dell’epidermide. Le cellule deputate alla sintesi di questa proteina sono i fibroblasti del derma, i quali ne rallentano gradualmente la produzione con l’avanzare dell’età anagrafica. Il trattamento Ultherapy® va quindi a stimolare la produzione di nuovo collagene sopperendo alla naturale deplezione che si verifica con il passare del tempo.

Il trattamento Ultherapy® viene eseguito in ambulatorio. La seduta dura in genere dai 30 ai 90 minuti, durante i quali il paziente è sdraiato sul lettino mentre il medico fa scorrere sul viso la speciale sonda ecografica seguendo delle linee ben precise. Non è invasivo né doloroso, e una volta terminato si può tornare immediatamente alla vita sociale ed a svolgere le normali attività.

L’effetto lifting naturale compare progressivamente. Terminata la seduta si può notare una sensazione di turgore, ma la qualità della pelle migliora nel tempo e progressivamente nell’arco di 2-3 mesi, tempo necessario all’organismo per rigenerare le fibre collagene.

 

Chi è il candidato ideale per questo trattamento?

Il range corretto, secondo me, è dai 45 ai 65 anni. Ci sono persone che già a 45 anni possono presentare dei cedimenti del contorno mandibolare, magari per importanti dimagrimenti, e risulta quindi opportuno effettuare questo trattamento. Non è un trattamento da fare a 30 anni perché pressoché inutile, mentre dopo i 65 risulta meno efficace, anche se ho ottenuto buoni risultati anche su una paziente di 80 anni.

Per i pazienti più giovani, dai 30 ai 40 anni circa, parliamo di prevenzione dell’invecchiamento e dei cedimenti che possono manifestarsi nella decade successiva, anticipando una maggiore rigenerazione del collagene nel tempo.

 

Ci sono esami da fare prima del trattamento?

Gli esami necessari vengono fatti direttamente in studio grazie all’ecografo presente sul macchinario. L’ecografia è fondamentale per effettuare il trattamento di ultrasuoni microfolcalizzati in sicurezza, con efficacia e senza effetti collaterali. In assenza dell’ecografo si rischia di fare un trattamento inefficace o, addirittura, di fare danni.

Ultherapy® è infatti l’unico device per il trattamento con ultrasuoni microfocalizzati con guida ecografica con approvazione FDA anche per l’ecografo.

 

Ci sono controindicazioni?

No, non ci sono controindicazioni, il trattamento non è invasivo e può essere effettuato anche durante la stagione estiva. Dopo il trattamento è possibile tornare immediatamente alla propria quotidianità.

 

Guarda l’intervista della Beauty Blogger Laura Boccucci @beautysaver.it al Dott. Luigi Coricciati. Assieme hanno approfondito i vari aspetti del trattamento con ultrasuoni microfocalizzati Ultherapy® e l’importanza della medicina estetica rigenerativa.