Pelle e alimentazione: quali sono le vitamine “amiche” della bellezza

Per mantenere la pelle giovane più a lungo è importante nutrirla anche a partire dall’interno, con un’alimentazione equilibrata nella quale non devono mancare preziose vitamine.

Per mantenere la pelle giovane è importante curare anche l’alimentazione. Nutrire la pelle a partire dall’interno aiuta a ritardare la comparsa dei segni dell’invecchiamento cutaneo, e a ottimizzare i risultati dello skincare quotidiano.

L’aspetto della pelle è legato senza dubbio all’età anagrafica, ma è anche l’espressione più diretta dello stato di salute dell’organismo. Pensiamoci un attimo: quando non stiamo bene, ci sentiamo dire che siamo pallidi o che abbiamo un colorito spento. Quando dormiamo poco o mangiamo troppo la sera, si accentuano le occhiaie. Al contrario, quando siamo riposati, notiamo subito il viso più disteso e luminoso.

Anche quello che mangiamo influisce sullo stato di salute del nostro organismo, e di conseguenza sull’aspetto della nostra pelle. Un’alimentazione sana, equilibrata e ricca di preziose vitamine e antiossidanti, è da considerare come una valida “alleata” per mantenere la pelle giovane, morbida e tonica.

Quali fattori favoriscono l’invecchiamento cutaneo

Sull’invecchiamento cutaneo influiscono anche altri fattori oltre alla genetica e all’età anagrafica, ed è proprio su questi fattori che possiamo agire per ritardare la comparsa delle rughe e degli altri “segni del tempo”.

La pelle del viso è quella maggiormente esposta all’azione degli agenti atmosferici. Quando fuori fa molto freddo, ad esempio, si assottiglia lo strato idrolipidico di protezione superficiale, e la pelle va incontro più facilmente a disidratazione. Quando la pelle è più sottile e disidratata perde elasticità, ed è più facile che inizino a fissarsi ed accentuarsi le rughe d’espressione.

I raggi ultravioletti invece, derivanti dall’esposizione della pelle al sole, stimolano nell’organismo la produzione di radicali liberi, considerati tra i principali responsabili dell’invecchiamento.
Alcune radiazioni solari, inoltre, penetrano più in profondità causando alterazioni nel collagene e nell’elastina, due proteine presenti in abbondanza nella struttura di sostegno dell’epidermide. La diminuzione della concentrazione, o della funzionalità, di queste due proteine, favorisce cedimento della pelle e lassità cutanea.

L’invecchiamento della pelle è favorito anche da abitudini e stile di vita scorretto. Il fumo di sigaretta, carenza di sonno, stress eccessivo, causano più velocemente cedimento cutaneo e comparsa delle rughe. Stessa cosa può succedere a causa di alimentazione errata, eccessivamente ricca in zuccheri raffinati e al contempo povera di vitamine, acqua e sali minerali.

Pelle e alimentazione: quali alimenti nutrono la pelle

Gli alimenti più importanti per nutrire la pelle dall’interno sono quelli che contengono acqua, vitamine e sostanze ad azione antiossidante.

L’acqua è importante per mantenere un giusto grado di idratazione. Oltre al bere il classico litro e mezzo d’acqua al giorno, ormai consigliato praticamente da tutti, è utile consumare alimenti naturalmente ricchi di acqua, come frutta e verdura, che contengono anche vitamine ed antiossidanti.

Per la pelle la vitamina più importante è la C, perché è direttamente coinvolta nel processo di sintesi del nuovo collagene.
La vitamina C è contenuta abbondantemente in pomodori, peperoni, ciliegie, fragole, anguria, lattuga, spinaci, broccoli e cavoli, agrumi e kiwi. Una cosa è molto importante: frutta e verdura vanno consumate seguendo la naturale stagionalità, perché fuori stagione sono molto più povere di vitamine.

Altra vitamina “amica” della pelle, è la vitamina A, contenuta in alcuni tipi di carne e pesce, latticini e uova, ma anche, sotto forma però di betacarotene, nelle carote e in tutti i vegetali di colore giallo/arancio come pesche, mango, papaia, albicocche, melone, cachi e zucca gialla. Il betacarotene, nell’organismo, viene poi convertito a vitamina A.

Anche la vitamina E è preziosa per la pelle, perché ha una forte azione antiossidante e contrasta quindi l’accumulo di radicali liberi. Al contrario delle altre due, la vitamina E si trova nei grassi vegetali, in particolare nell’olio extravergine di oliva, nella frutta secca a guscio e nei semi oleosi.

Infine, alleati della bellezza e del benessere della pelle sono gli amminoacidi, in particolare quelli solforati, contenuti nel pesce, i legumi, i broccoli, i semi di sesamo e di zucca.

Una dieta corretta ed equilibrata è quindi un utile supporto sia nel ritardare la comparsa dei segni dell’invecchiamento, sia nell’attenuare quelli presenti.

Rigenerazione della pelle in profondità: il trattamento Ultherapy®

Ultherapy® è il primo e unico trattamento non invasivo, approvato FDA, che permette di ottenere una rigenerazione profonda della pelle, e un effetto lifting naturale e duraturo.

Il protocollo prevede l’utilizzo di ultrasuoni microfocalizzati, che riscaldano i tessuti in profondità stimolando il naturale processo di neocollagenesi: le vecchie fibre collagene, indebolite dall’invecchiamento, vengono gradualmente sostituite dalle nuove. Si ottiene quindi effetto ringiovanimento naturale, con la pelle che appare più tonica, compatta e levigata.

Il punto di forza di Ultherapy®, che lo contraddistingue dagli altri trattamenti, è quello di lavorare sotto guida ecografica, il che permette al medico di trattare solo le zone di interesse e con la massima precisione.

Ultherapy® viene eseguito solo da centri con medici certificati.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *